“Di Sera” (di Alessandro Falbo “Sasha”)

Di sera, quando tutto tace
E il vento par trovar le sue parole
Si avvicina, giace.
Son le foglie giocando che fanno capriole
E ora il lieve sfiorarmi
Mi ritorna a mente.
Parea nel mio viaggio non volesse abbandonarmi
E da lontano, là nel buio, una voce assai trastulla udir si sente
Melodioso canto, malinconia.
Ritorni.
Seguita a te un ricordo, una leggiadra poesia
Passati ormai son quei giorni
Giulivi
E il vento maestro d’armonia danza su’ suoi passi
Muovendosi tra Larici, Betulle, Abeti, Ulivi,
Mena seco Rami, Fiori, Sassi.
D’Autunno è fiero.
Ed io mi perdo nè suoi profumi si maestosi,
E inno alla dolcezza ma a volte pur rabbioso,
Irrequieto eppur sincero.

Advertisements

One Response to “Di Sera” (di Alessandro Falbo “Sasha”)

  1. leti says:

    …ed io mi perdo nel suo respiro che risveglia in me armonie d’autunno…é bellissima!!!

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: